Avete mai prenotato un’esperienza?

Forse lo sapete, dal 2016, su Airbnb, è possibile non solo affittare case, ma anche “prenotare esperienze”. È possibile immergersi, accompagnati e guidati da persone del luogo scelto, in avventure e attività diversissime: cibo, arte, sport, moda, fotografia.

Inutile dire che quelle legate all’enogastronomia stanno andando benissimo (potrete fare un’esperienza in cucina persino con Mara Maionchi).

Per questo, e per offrire ai viaggiatori una visione unica delle culture e delle tradizioni alimentari locali, anche Slow Food è salita a bordo della barca, e da questo mese ci mette a disposizione esperienze autentiche da cui imparare, che consentano uno scambio culturale reale e profondo. Qualche esempio? Potrete andare a trovare in Giappone l’unico produttore rimasto di shio-katsuo (pesce bonito conservato sotto sale), prodotto registrato nell’Arca del Gusto, conoscere negli Stati Uniti Donna Simmons, impegnata nella causa del benessere per gli animali da allevamento, o passeggiare con Antonio Puzzi, esperto di antropologia alimentare, per lo storico mercato di Pignasecca, ascoltando i suoi racconti sul cibo di strada napoletano, e imparando a scegliere gli ingredienti giusti per la preparazione della pizza tradizionale.